LA VERITÀ DELLA VITA


La Verità non può essere insegnata ma è rapidamente riconosciuta dalla persona pronta a scoprirla.

Andrò a dirvi la verità della vita sulla terra. Ma non vi piacerà.  Non andrà a piacervi perché già conoscete questa verità e avete scelto di dimenticarla. Siete determinati  affinché non vi venga ricordata. Così troverete scuse per non ascoltarla, per evitarla e per continuare a dimenticarla. Eccola:

Voi non avete nessun diritto a essere infelici - mai.

Ma voi pensate di averne diritto. Così nella vostra ignoranza vivete intimamente e volontariamente con l’infelicità; ne avete fatto un partner nella vostra vita. In qualsiasi momento con tutta probabilità andrete ad essere depressi, scontrosi, risentiti, nervosi,  frustrati, preoccupati, di malumore.
Nessuno può contare per molto sulla mancanza  d’infelicità in voi. Vi è più vicina e cara di qualsiasi uomo, donna o bambino nella vostra vita. Così regolarmente s'insinua tra voi e gli altri seminando discordi e discussioni, anche nelle relazioni cui tenete di più.

Imperturbati, comunque, persistete nel vivere con le vostre aguzze, moleste emozioni, forzando anche quelli che vi stanno intorno a conviverci, finché non vi conviene di nuovo e ricominciate ad essere carini ed amabili … fino alla prossima volta.

L’orrore è che voi credete che vivere in questo modo sia naturale alla vita
sulla terra.

Così tollerate e scusate i vostri luridi ed infelici umori. Attraverso il vostro esempio  infettate i bambini di questo terribile, innaturale morbo. Intanto continuate a pensare di essere amabili o di meritare di essere amati di più. Voi siete irresponsabili. Voi disonorate la vita sulla terra. Perché amate la vostra infelicità, e non la vita.

Dubitate di questo? Allora mettiamo alla prova la vostra integrità. La prossima volta che siete di malumore, irritabili, preoccupati, tenebrosamente silenziosi, impazienti o depressi, lascerete perdere immediatamente, al momento, e venire alla vita? O vi aggrapperete con le unghie e con i denti a tale bruttezza, la vostra infelicità? La difenderete? Vi impegnerete fino in fondo, con risolutezza, per il vostro diritto di essere infelici? Lotterete?
Come per esempio siete portati a fare in questo momento?

Qualsiasi cosa cui vi appiccicate con tanta devozione e lealtà ovviamente l’amate.

Avete convenientemente scelto di dimenticare che l’infelicità è solamente vostra.

Voi da soli siete responsabili, è il vostro personale contributo all’infelicità sulla terra. Può rimanere in voi fino a quando siete sufficientemente egoisti, immaturi e insensibili da poterla sopportare.  Nessun altro può liberarsene
per voi. Nessun altro vuole la vostra infelicità, solamente voi.

Allora perché siete così disonesti con voi stessi? Perché, quando siete infelici, pretendete di protestare che non volete esserlo? Quando siete voi che lo fate per tutto il tempo, aggrappandovi ad essa?

Adesso lasciate che vi ricordi il resto della verità della vita sulla terra.

Voi non avete nessun diritto a essere infelici, mai - perché la vita è generosa.

E la vita è sempre buona ora.

Lasciate qualcuno premere un cuscino sulla vostra faccia, ora,   o quando siete infelici, e capirete quanto sto affermando. Lasciatevi  dire che avete un cancro e due mesi di vita, e osservate come qualsiasi problema, qualsiasi po’di patetica infelicità nella vostra vita ora, scompaiono miracolosamente.

Istantaneamente scoprirete che la vita è gentile ora, in questo momento e in qualsiasi altro momento. Voi realizzerete che la vita non è  ieri né  domani, non è nel paese dei sogni della vostra passata o futura infelicità, là dove generate e covate i vostri  malumori o i vostri risentimenti.

Qualunque sia il giorno della vostra morte – ed è sempre più vicino di quanto potete immaginare – l’ unico vostro desiderio sarà quello di aver realizzato la verità della vita. Dovete essere forzati a trovarvi faccia a faccia con la morte per realizzare che la vita è ben fatta?

Non c’è infelicità negli eventi.

Qualsiasi infelicità è dentro di voi – è il vostro aggrapparvi al diritto di essere infelici perché le cose sono cambiate, come del resto devono. Nessuno può sfuggire agli eventi della vita. Ma nella cecità del vostro essere infelici fallite di vedere che gli eventi scioccanti esistono solo per scuotervi, per svegliarvi e farvi realizzare la verità della vita.

Questo è lo scopo del vivere, che avete scelto di dimenticare.

Voi avete sempre delle ottime scuse per giustificare la vostra infelicità. Sempre qualcuno o qualcosa è da incolpare; mai voi, l’individuo, unico e solo responsabile. Siete furiosi, amareggiati o depressi perché qualcuno ha fallito con voi, vi ha tradito, vi ha abbandonato. Oppuresiete inconsolabili, addolorati, perché il vostro innamorato, qualcuno che amate è morto o vi ha lasciato, perché avete perso il vostro lavoro o il vostro denaro.

Questo è vivere come la maggior parte della gente vive. Ma non è la vita. Vivendo in questo modo e ignorando la verità della vita deve essere traumatico o doloroso perché qualsiasi cosa per cui vivete  deve morire, cambiare, o andarsene – mentre voi continuate a sperare che non accadrà.

Cercare di vivere in questo modo con tale disperazione, tale mancanza di proposito, è infelicità.

Voi siete la vita.

Voi siete la vita stessa, personificata sulla terra. E siete la vita dietro i continui su e giù della personalità – non solo qualche volta.

La vita non cambia o si allontana. La vita va avanti. C’è mai stato un momento quando non siete andati avanti, o non avete attraversato anche la più infausta delle crisi? Certamente no. La vita è buona perché è vera. E lo è ogni momento – una volta che vi arrendete al diritto di essere infelici.

Arrendetevi ora e siete liberi.


Barry Long
© The Barry Long Trust

Brano estratto dal libro Only Fear Dies (Solo la paura muore).

 

Back and up